Spedizioni in tutta Europa - Telefono e Whatsapp: +39 3428116802

Poltrone da camera: come scegliere in base a stili, modelli e materiali
La scelta del modello, dello stile e dei materiali dipende in gran parte dallo stile della camera dove sarà collocata e dallo spazio, nonché dal suo utilizzo.

Le poltrone da camera sono un complemento di arredo indubbiamente utile e decorativo al tempo stesso. La scelta del modello, dello stile e dei materiali dipende in gran parte dallo stile della camera dove sarà collocata e dallo spazio, nonché dal suo utilizzo. Che sia per il relax o come appoggio per gli indumenti da camera o per lo studio, la caratteristica principale di una poltrona da camera è sostanzialmente il confort e la praticità. Per acquistare il modello di poltrona che si addice meglio alle proprie esigenze occorre, così, considerare una serie di “parametri” per poter fare la scelta migliore.

Guida alla scelta della poltrona da camera

Una poltrona può diventare il complemento di arredo sul quale trascorrere la maggior parte del proprio tempo e quindi essere necessariamente comoda, robusta e resistente nel tempo, ma può anche essere un semplice elemento di design per riempire un angolo morto dell’abitazione. Non si deve escludere la possibilità che possa essere tanto bella esteticamente quanto comoda.

Un primo elemento di discernimento per la scelta della poltrona da camera è, dunque, la posizione in base all’uso che se ne farà: elemento decorativo o funzionale? La scelta determina anche le sue caratteristiche. Una poltrona da camera si dovrà abbinare ai mobili e allo stile generico dell’arredo anche se è sempre più di moda arredare la casa con oggetti di stili e colori diversi per conferire un tocco di “personalità” agli ambienti. È questione di gusti. Premesso che le poltrone stanno bene in qualsiasi stanza dell’abitazione, dallo studio al disimpegno, alla camera da letto soprattutto, ciò che conta è che sia comoda e accogliente.

Quali sono i principali stili e modelli in commercio


In base alla funzione e al gusto personale, vi sono diversi stili di poltrone da camera dal design vintage fino a quello ultramoderno e futurista, con braccioli o senza, con schienale reclinabile o rigido, con imbottitura o semplice.:

  • Poltrona moderna: è uno stile che prevale nell’arredo delle case. Lineare, semplice, efficace, senza decorazioni, con linee geometriche nette e colori decisi. Lo stile moderno è anche molto versatile e si abbina un po’ con tutte le tipologie di arredo pre-esistente nell’abitazione. Si può ben dire che la poltrona moderna è diventato un “cult” o un “classico” dell’arredo sia per ricevere gli ospiti che per trascorrere comodamente il tempo libero, oltre ad essere anche esteticamente gradevoli.

  • Poltrona in stile scandinavo: forse merito dell’Ikea, lo stile scandinavo - anche relativamente alle poltrone da camera - ha riscontrato molto successo ovunque per quel giusto equilibrio tra funzionalità, estetica e comodità. Si adattano in qualsiasi ambiente e con la maggior parte degli stili di arredo, compreso il country chic e il vintage.

  • Poltrona con piedini: è un classico “evergreen”. Una seduta comoda che si abbina sia con i divani che come pezzo unico da collocare in una stanza. Elegante, funzionale, comoda e pratica consente l’indiscusso vantaggio di poter pulire agevolmente il pavimento senza essere spostata; un elemento di praticità da non sottovalutare negli ambienti tanto piccoli quanto quelli spaziosi.

  • Poltrona di design: gli amanti delle griffe e dei complementi di arredo al confine con l’opera d’arte trovano nelle poltrone di design la soluzione ideale per dare stile e carattere all’abitazione. Le poltrone artistiche sono spesso molto comode e diligentemente progettate, contrariamente al pensiero comune.

  • Poltrona con schienale reclinabile: è la scelta ideale per chi cerca il massimo del confort sapendo che vi trascorrerà la maggior parte del tempo libero comodamente sdraiato.

  • Poltrona con poggiapiedi: solitamente abbinato allo schienale reclinabile (ma non scontato) è la poltrona con i poggiapiedi, ideale per chi svolge lavori che costringono a restare in piedi per ore e che necessitano del dovuto riposo e di riattivare la microcircolazione a fine giornata.

I materiali

Una citazione a parte meritano i materiali con cui sono fatte le poltrone da camera e che influenzano la scelta dello stile e del gusto personale, oltre che la praticità. Le poltrone sono principalmente fatte con strutture in legno o metallo e rivestimenti in pelle (vera o sintetica) o stoffa. Chi convive con animali domestici o bambini piccoli dovrebbe preferibilmente prediligere i rivestimenti in stoffa sfoderabile e lavabile, poiché la pelle è più “delicata” da trattare e manutenere. Le poltrone in pelle sono anche più adatte a un ambiente classico, retrò, ma sono anche le più ambite perché sono le poltrone che per eccellenza definiscono una “casa”. È questione di gusto e di praticità: esistono in commercio rivestimenti in eco-pelle, sfoderabili e lavabili. Le poltrone in pelle con strutture in metallo danno un tocco di contemporaneità all’ambiente. Le poltroncine in stoffa, broccato o velluto, con i piedini sono perfette, invece, per le camere da letto abbinate a un arredo classico, ma per la loro elegante semplicità si abbinano perfettamente anche in un ambiente contemporaneo e minimal.

 

Tutti i vantaggi di una cucina con penisola
Cucina con penisola: perchè è tanto amata?

To install this Web App in your ISO device press and then Add to Home Screen.